Blog: http://geajournal.ilcannocchiale.it

Bianco,rosso e nero

Oggi é stata una giornata impegnativa al lavoro e non ho avuto tempo per connettermi.Doveva essere il mio ultimo giorno di lavoro e invece ho prolungato fino a lunedí,cosí saranno due settimane.Accipicchia come passa il tempo.Mi sono accorta ce piú cresco,piú il tempo passa velocemente,chissá perché.Ricordo le estati della mia infanzia passate qui in Slovacchia:tre mesi interi in questa terra di campi coltivati e castelli diroccati,di cui uno lo passavamo io e mia sorella alle terme-per curare le allergie- e i restanti due qui da nonna a giocare con le bambole e a guardare telefilm americani e telenovelas argentine e poi,off course, a visitare castelli,la nostra grande passione. E a leggere libri di leggende e racconti di questo paese,ma questo vale solo per me. Giusto ieri guardando la tv ho beccato una telenovela che guardavo da piccola con l'attrice argentina-idolo della mia infanzia-Natalia Oreiro. Se traduco bene la telenovela si chiama Angelo Ribelle ed é la classica storia dell'orfanella che si scopre essere la figlia del padrone di casa.Sciocchezze,sí,roba per romantiche sdolcinate. Peró riconosco il fascino che certa roba esercita sulle menti e sui cuori,soprattutto sui cuori.E c'era un'altra telenovela che mi piacerebbe molto beccare di nuovo, in cui Natalia interpreta una specie di istitutrice-babysitter in una famiglia di ricchi imprenditori.E le sigle,quelle sí che sono belle,in cui lei canta in spagnolo e balla e guida una macchina.Tutto in stile hippy,figli dei fiori,con colori accesi e psichedelie.

Il libro di Grossman sta mettendo a dura prova la mia pazienza.Ma porca vacca questo qua fa parlare il mare,anzi la "mara",perché questa qui é una donna. E c'é questo scrittore, Bruno,che si trasforma in salmone.Io non capisco cosa vuole dirti,che messaggio vuole trasmetterti. Sí Bruno cerca la veritá,va bene,ma perché in mare e come vuole superare,vincere la "bestia"?che poi questa bestia di cui parla sempre é l'olocausto ed io non capisco perché vi allude,ma non ne parla mai chiaramente e non si capisce se ne ha paura,se per lui non é cosí importante come fatto storico,se vuole parlare di altro.é tutto cosí confuso.Spero di arrivare alla fine,ho letto su anobii che le ultime due parti migliorano la storia.Che poi Grossman scrive in modo ottimo,solo che qui forse o é troppo geniale ed io una povera scema o é lui che deve un po' far pace con se stesso e capire ció che vuole dire.
Le foto che volevo fare poi le ho fatte,ci sono riuscita! le ho fatte col mac di zia e quindi é stato un po' difficile muovere il portatile,ma credo che siano uscite bene. Ora devo pensare a dove metterle,se iscrivermi a Flickr o fare un altro blog esclusivamente per questo.Ho poi "scritto" le mie converse,cioé in basso,sulla gomma,lí dove la tela finisce,ci ho messo pezzi di canzoni dei miei da lungo  amati Pink Floyd ( da Sorrow e Comfortably numb) e dei miei da poco amati The Killers(da Human,Dustland Fairytale,Read my mind).I Nirvana-che sarebbero la mia band preferita-ho preferito non metterceli. Ho un rapporto un po'strano con Kurt Cobain in questo momento.é stato il mio mito per tanto tempo,ma ora,non so...credo di essergli affezionata piú che altro.
hector sta bevendo,slinguazza nell'acqua della sua ciotola ed é stranamente tranquillo.
Ho sentito fabri ieri,mi ha raccontato che the mascotte si sta facendo sempre piú opprimente ed ho sentito oggi annemary e mi ha un po'sconvolta fornendomi la prova ufficiale che the strager é un grandissimo stronzo,magari non tanto quanto il suo amico alessandra,ma abbastanza.ed io che mi ero lasciata ispirare dal suo personaggio,vabbé.....



Pubblicato il 9/7/2010 alle 21.49 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web