.
Annunci online

geajournal [Mi alzavo in piedi e guardavo fuori sui tetti di Parigi e pensavo"Non aver preoccuparti.Hai sempre scritto e scriverai ancora.Non devi fare altro che scrivere una frase sincera. Scrivi la frase piú sincera che sai" E.Hemingway]
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

"Dentro un raggio di sole che entra dalla finestra talvolta vediamo la vita. E la chiamiamo polvere nell' aria"

             


18 agosto 2010
VIAGGI
Perchè tutto combaSCIa e bisogna daRrre tempo al tempo

Sono tornata da questo lungo viaggio duato 9 giorni. Sì,è stato interessante,però è stato anche l'ultimo coi miei genitori.L'anno prossimo le cose cambieranno,decisamente.Bhè,che dire,la Normandia e la Bretagna sono bei posti,hanno belle atmosfere e un clima pessimo. Fa freddo,tira vento,spesso c'è quel cielo bianco,nemmeno grigio,semplicemnte bianco e uniforme come un bicchiere di latte versato.L'acqua del mare è fredda:in una giornata di sole il massimo sono 18 gradi e c'è gente che va a farsi il bagno,mah...Però il mare è ottimo per la vela.
La città più inquietante che ho visto,non solo in questo viaggio,ma credo in tutta la mia vita,è stata Brest.Distrutta durante la guerra e ricostruita negli anni 50,ha una distesa d case tutte uguali:palazzi bianchi,alti e stretti,con i negozi al piano terra.Di gente,nemmeno l'ombra,giusto la sera si vede qualcuno fuori dai mille pub sparsi per la città.I camerieri dell'hotel poi...sono un tutto dire.Ragazzi dalla faccia dura e indecfrabile,soprattutto uno,dagli occhi celesti,di un ceruleo sbiadito,la pelle lattea e i capelli corti e rasati sulla nuca.Serviva i piatti senza dire una sola parola e alcun sorriso.Insomma,andate,andate a Brest,merita una visita e sicuramente il prmo posto per assenza di calore umano e lo dice una che non ama i baci gli abbracci e le mille smancerie degli italiani.Ci ambienterò un noir a Brest,ho già una mezza idea....
Dopo il cameriere di Brest,c'è stata la guida bretone che mi ha colpito.Una voce fantastica:calma,suadente,un po' roca e strascicata.è stato strano perchè di solito io nn mi accorgo delle voci,non vi dò peso,sono un po' tutte uguali.Non ho nemmeno l'orecchio musicale e non so tenere il ritmo,ma la voce di questa donna mi ha catturato.Avrei potuto stare lì a sentirla per ore e ore senza mai stancarmi...
Per non parlare del cibo....la cucina francese,sebbene famosa in tutto il mondo,è pessima,davvero pessima. L'anno scorso a Parigi non aveo avuto modo di provarla,ma ora invece è stato diverso.Salse dappertutto,sformatini e tortini a dir poco stomachevoli e burro dappertutto,dappertutto.Perfino i crnetti.che di norma non dovrebbero essere immangiabili anche se fatti dal peggior pasticciere del mondo,qui,con quintali di burro,fanno schifo.Non ho mangiato quasi niente,nemmeno il pesce,che mi piace molto,ma qui tra ostriche cozze e lumache non sapevo dove mettere le mani.Cucina italiana RULES!E devo ure cambiare il m io racconto Les levres rouges dove ho elencato "deliziose" specialità francesi(le ho lette in un libro d Joanne Harris)che ora ho provato e deliziose decisamente non sono!Il far breton ad esempio o il kuign-amman.
E non ho trovato un francese bello,uhm,proprio no.La gente di lì ha stile nel vestirsi,ovvero sanno essere eleganti o strambi,ma mai banali,come gli italiani,almeno quelli giovani.Il fenomeno"truzzo"in Francia non esiste,al limite ci sono i rapper,ma comunque distinti da uno stile vero,e non "tanto per".Se indossi uno dei tanti capi particolari offerti da HeM la gente non ti guarda strano,così come non strabuzza gli occhi se te ne esci con le cuffie dell'i-pod nlle orecche,senza andare a correre;)
Infine la scaletta dei posti più belli:L'oro va alla Costa di granito rosa,l'argento al Mont Saint Michel ,il bronzo a Concarneu e il cartone a Locronan,piccola cittadina in puro stile bretone...quasi come la Contea di Frodo,ma più elegante.
Ah e ho finito il racconto,sì,l'ho finito finalmente.Più lungo di quel che avevo previsto,ma bello,bello,bello!Come sono felice:D

 




permalink | inviato da GEAworld il 18/8/2010 alle 15:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
14 luglio 2010
cinema
Bright Star
Devo vedere questo film.Ovviamente qui in Italia,o perlomeno nella mia cittá,non é uscito nelle sale,come succede sempre coi i film buoni,ma non commerciali. Parla della vita breve e intensa del poeta John Keats,morto di tubercolosi a 26 anni e del suo amore,Fanny. La regista é Jane Campion. A parte la storia,che narra di un amore tragico come piace a me e a parte che c´é Ben Wishaw( il Jean Baptiste Grenouille di Profumo,il film é girato in una serie di immagini come quelle che vi citavo l´altra volta. Immagini delicate,dai colori tenui o ambrati,ricoperte da una patina d´antico.Ne ho trovate molte girovagando in net. Ora aspetto che mio cugino me lo procuri al piú presto. Questo sotto é il link per vedere il trailer.

http://www.mymovies.it/film/2009/brightstar/trailer/



permalink | inviato da GEAworld il 14/7/2010 alle 16:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
30 agosto 2009
Lasciatela stare!
Sono sempre in ritardo,lo so,ma non posso fare a meno di scrivere di questi campionati del mondo di atletica appena conclusi.
Usain Bolt:chi è costui?Da dove viene?Mai vista una tale facilità el correre i 100,per non parlare della sua velocità.Due record del mondo e non era passato manco un anno da quando ne aveva fatti altri due a Pechino.Ancora mi stupisce,nonostante ormai mi sia abitutata a sentirne parlare tutti i giorni.La mia preferita Yelena Isimbayeva non ha fatto granchè,ma le si può perdonare tutto,visto che il grosso l'ha già fatto.Mi ha stupito anche Jessica Ennis,dell'eptathlon,una disciplina che mi sta piacendo sempre di puù,ma la cosa che mi ha fatto rabbia è stato l'attacco a Semenya Caster.Ma dico io,diamine,la volete lasciare in pace!Ha vinto gli 800m,si è presentata nella categoria donne:basta!Mi ha fatto un'infinita tenerezza vederla di ritorno a casa con tutti che l'acclamavano ,ma anche con molti che l'accusavano di essere in realtà un uomo. E perchè poi voler ingannare tutti e gareggiare con le donne?Sarebbe stat un'inutile messinscena.La sua mascolinità non deve essere evidenziata in questo modo imbarazzante.Chissà se c'entra la giustizia o piuttosto l'invidia?



permalink | inviato da GEAworld il 30/8/2009 alle 17:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
9 agosto 2009
J'aime Paris

Ieri sono tornata da Parigi!Per la prima volta nella mia vita sono stata a Parigi e ne sono rimasta incantata.Vorrei vivere lì,almeno per un po',almeno per una anno.Devo riuscire ad andarmene da questa città orrenda che mi opprime e mi angoscia!Parigi ha la magia,l'atmosfera e le suggestioni:tutto ciò di cui io ho bisogno per vivere.La Senna illuminata,Notre Dame de Paris così imponente,Montmartre coi suoi artisti,la Tour Eiffel che sembra tanto un faro lucente in mezzo a un oceano di case.Quelle case francesi coi tanti camini,con i balconcini,i fiori,i tetti,le fermate Liberty della metro,i bistrot di Maigret,i cafè,i contenitori verdi di libri usati,i mercatini di anticaglie.Per favore,fatemi restare,gridava il mio cuore mentre ripartivo col bus.E dunq Parigi diventerà uno dei miei tanti progetti futuri,bien.C'est la vie!

P.S.Se almeno a Natale riuscissi ad andare da loro in Slovacchia!-Ok,non c'entra nulla,ma per me è molto importante!-



permalink | inviato da GEAworld il 9/8/2009 alle 17:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
17 luglio 2009
SOCIETA'
La meglio gioventú

Finalmente ho visto La meglio gioventú! é da un anno che aspettavo.ormai sono due settimane o forse tre,ma solo ora sono arrivata a scriverne.Bello,non c´é che dire.Bella la storia della famiglia Carati,bella l´ambientazione,belli i personaggi,superbi anzi dico,in particolare Matteo-interpretato magnificamente da Alessio Boni- e Giulia.Che effusione di aggettivi superlativi!L´unica cosa che rovina totalamente il film é la presenza di un certo Riccardo Scamarcio nei panni amatissimi del figlio adulto  di Matteo e Mirella.La meglio gioventú é la nostra storia,cioé non la mia-sn ancora troppo giovane-ma della nostra Italia da quarant´anni a questa parte.C´é tutto:dalle rivoluzioni studentesche del 68- e chi mi conosce sa che questa é la parte del film che ho preferito-alla legge Basaglia sugli istituti psichiatrici,dal terrorismo rosso delle BR agli attentati mafiosi contro Borsellino e Falcone.Emblematici di una generazione sono i personaggi,cosí diversi fra loro:C´é Matteo,introverso,solitario,tormentato,che ama e non sa amare,che ritiene di non meritare nulla,che si disprezza e si odia e che alla fin si uccide,c´é Nicola,cosí simpatico,allegro,paziente,ottimista fondamentalmente,capace di accettare tragedie familiari come la partenza della moglie Giulia e il suicidio del fratello con pazienza e guardare avanti al futuro con gioia.E poi ci sono le donne.Mirella,che vive in una fantastica casa sul mare in Sicilia,Giulia,cosí strana e bella,la madre di Nicola e Matteo,la professoressa Carati,che ama i suoi studenti ,ma non meno i suoi figli,Giorgia,malata eppur primo amore di entrambi i fratelli e poi altre,piú o meno importanti.

Ho riscritto il solito pasticcio retorico e inutile?Non lo so,ma questo mi veniva:D




permalink | inviato da GEAworld il 17/7/2009 alle 17:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
18 aprile 2009
SOCIETA'
Ma è possibile?
Mi sembra-o mi sembrava,meglio-tanto inutile quanto banale scrivere o parlare di emancipazione femminile adesso,dopo anni di contestazioni,ora che le donne hanno raggiunto pressochè tutto e non dico che ciò sia sempre a loro favore.Purtroppo,nonostante venerdi avessi la febbre a 38,non ho potuto fare a meno d'indignarmi sentendo la notizia passata dal Tg5 di trenta donne prese a sassate a Kabul,perchè protestavano contro una legge che di fatto legalizza gli stupri.Mi domando,in quale cultura poteva avvenire ciò?Ovvio,in quella musulmana!Purtroppo certe cose accadono ancora,nel 2009.Da una parte abbiamo le donne occidentali bussiness-woman,direttrici di grandi imprese e dall'altra donne che si battono,perdono la vita,per un po' di dignità,quella dignità che non dovrebbe essere negata a nessun essere umano.



permalink | inviato da GEAworld il 18/4/2009 alle 17:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
13 aprile 2009
SOCIETA'
Domenica 6 aprile a modo mio
Dunque il terremoto.Banale scriverne?Ne parlano i giornali,la tv,le radio,tutti.Ne devo parlare anch'io,perchè è accaduto anche a me.Mi ha colpito da vicino.Mi ha dato quella scossa di cui avevo veramente bisogno,da molto tempo credo.Domenica notte è iniziato tutto,con quella scossa tremenda che ha ancora il sapore del sogno,dell'irreale."Chi sta tirando le tende?"è mia sorella che mi sveglia con queste parole,poi,senza avere il tempo di pensare,corriamo giù,per le scale,giù,in giardino,in strada,poi in macchina.Da allora siamo rientrati a casa solo con l'ansia,quell'ansia che ti corrode dentro,che ti fa stare la pelle tesa e l'orecchio pronto a percepire ogni minimo ,lieve movimento tanto che,dopo un po',sentivo le scosse vere e quelle create dalla mia fantasia.Ad Avezzano tutto ok,a L'Aquila meno,lì ci sono solo macerie e tanti sfollati,molti,grazie a Dio,col sorriso sulle labbra.-Dopo Aprle arriva Maggio-le parole,più belle,di una vecchia signora.Lunedì,martedì,mercoledì ho dormito in macchina,poi nel sacco a pelo nel furgone di Sandro,giovedì già dormivo altrove,lontano,al mare.Sono tornata a casa sabato mattina,giusto in tempo per il funerale di una zia.Oggi,Pasquetta,è stato un giorno di relax,di scarico della tensione,in cima  a Castel Mancino ho lasciato tutta la mia agitazione,dovuta, purtroppo,non solo al terremoto.Grazie Cri,grazie davvero per questa gita diversa,un po' nuvolosa,in mezzo alle vecchie pietre.Ora si ricomincia,da capo.



permalink | inviato da GEAworld il 13/4/2009 alle 20:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
15 marzo 2009
SOCIETA'
Così gentili!
Sabato stavo tornando da scuola a piedi.Stavo attraversando il sottopassaggio quando,nel punto dove c'è la rotatoria,ho visto due bambini neri,di circa 10 e 7 anni.Erano piccoli ed erano da soli.Ci siamo incontrati,io,con l'I-pod nelle orecchie,gli ho fatto cenno di passarmi avanti:in poche parole,gli ho datto la precedenza.Loro non sono passati e,con un sorriso un po' impacciato,hanno fatto passare me,come due galantuomini. Con una gentilezza,una cortesia un'innocenza che spesso non trovi nei tuoi compaesani,ma negli stranieri.Fossero stati due italiani,non mi avrebbero manco guardato in faccia o comunque non si sarebbero comportati così.Un gesto tanto semplice,ma per me è stato importante,mi ha colpita,mi ha sorpresa e mi ha lasciato felice.



permalink | inviato da GEAworld il 15/3/2009 alle 18:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
1 marzo 2009
CULTURA
Sanremo 2009:ohhh!
Decisamente sono in ritardo.Molto in ritardo.Purtroppo l'idea di scrivere di Sanremo mi è venuta in mente solo adesso.Non ho visto neanche una serata,non ho sentito Benigni,nè Povia che cantava Luca era Gay,cioè,quello l'ho sentito la mattina alla radio con il commento bonus di mio padre.Sentite la sua opinione"Anche ai miei tempi si parlava dell'omosessualità,ma era una cosa delicata,i Pooh cantavano,ma sempre in un modo così,leggero,no 'sta cosa drammatica".Sono le sue testuali parole.A parte questo però voglio dire alcune mie impressioni da profana,ripeto che non ho visto niente(in compenso ho letto un articolo su Vanity Fair).Se ha vinto Marco Carta vuol dire che siamo scesi proprio giù giù:o sono io che sono strana,perchè mi nutro perlopiù di cantautori italiani e quindi appena sento La forza mia mi si drizzano non solo i capelli,ma ogni singolo pelo del mio corpo,o veramente non c'era scelta.In effetti non c'era:tra un tizio sconosciuto del sud Italia e Povia che si ripropone con una canzoncina che vuol cavalcare l'onda,dopo la filosofia del vivere al modo dei piccioni,metafora per consigliarci di vivere con semplicità, e dopo la solidarietà dei bambini fanno Ohh coi soldi del Darfur che in Darfur non ci sono mai arrivati.Insomma,deglutisco amaro,ma forse sono davvero io,del resto la musica buona non vince mai ai festival(vedi Ciao amore ciao del mitico Luigi Tenco) e forse nemmeno ci partecipa,rimane un po' in ombra per essere scoperta dai veri cultori.In chiusura,scrivo la frase che ha detto Marco Carta dopo la vittoria.Vi avviso:dopo averla letta ho riso per circa un quarto d'ora e poi ho continuato a casa di Fabri commentandola tra noi.Dunque:"Prima con le donne mi buttavo nella mischia.Quando avevo ventun anni sono stato anche con una di trentasei.Adesso,però,ho un'immagine da difendere".In effetti e che immagine!



permalink | inviato da GEAworld il 1/3/2009 alle 20:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
28 febbraio 2009
cinema
La notte degli Oscar-22 Febbraio 2009
 Dunque è stato The Millionaire a vincere l'Oscar.Quest'anno l'India va proprio forte e per pura coincidenza ne ho parlato anche nel mio libro "Terra d'Oltremare".Non ho visto il film,anche se sembra interessante.Ha vinto 8 oscar per essere precisi,tra cui per la miglior regia e la miglior musica(è sua Yai-ho).Per quanto riguarda gli attori protagonisti,è stata Kate Winslet a trionfare per The Reader,ovvio,no?:)Invece tra gli uomini Sean Penn ha vinto per l'interpretazione di Harvey Milk in Milk appunto e purtroppo non sono riuscita a vedere nemmeno questo film,ma rimedierò sicuramente.Penelope Cruz invece si è aggiudicata la statuetta per Vicky Cristina Barcelona come attrice non protagonista.Stranamente,Lo strano caso di Banjamin Button hon ha riscosso il successo che ci si aspettava,ha vinto giusto qualcosina per il make-up di Brad Pitt che ringiovanisce strada facendo.Oscar anche per il defunto(-purtroppo!)Heat Ledger per il Joker di Dark Knight.
Ecco infine la mia classifica personale delle "mise"migliori di questa serata.
Al primo posto metterei Marion Cotillard con il suo fantastico abito blu-nero,pieno di paillettes e stretto in vita.Eleganza francese.

Al secondo invece c'è Frida Peinto di The Millionaire con un abito,sempre di paillettes blu,che richiama in un certo qualmodo l'india,ma conserva anche un'eleganza consona da una serata di gala.è di John Galliano.

Il terzo posto invece lo darei a Kate Winslet per la sua mise non scontata,non eclatante,ma con un tocco personale che certo non guasta.Un abito sobrio,elegante,adatto alle sue forme.



permalink | inviato da GEAworld il 28/2/2009 alle 18:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
27 febbraio 2009
cinema
The reader
                        
 Da quanto tempo non piangevo al cinema!Saranno anni,l'ultima volta fu con The new world con Colin Farrell e non c'era molto poi su cui piangere,stranamente non ho pianto quando è morto Alexander Supertramp in Into the wild e martedì,nella sala 8,la mia preferita dell'Astra,mi sono sciolta in lacrime per The reader.C'è questo ragazzo che incontra per caso lei,Anna,e lì inizia il tutto.Lei non sa leggere e l'ignoranza,secondo me,l'ha portata a fare la kapò nei lager.La si vede così dura,così forte,così poco donna all'inizio,soprattutto indossando quel brutto completo da bigliettaia del tram.Dall'altra parte c'è questo ragazzo che inevitabilmente nasconde il suo piacevole segreto,lo si vede(scena indimenticabile)mangiare con la famiglia e intanto pensare a quello che fa con Anna.Poi lei va via all'improvviso,conscia del fatto che quello che è nato non può continuare,eppure era amore,era un amore così insolito,ma vero e appassionato.All'università,il ragazzo scoprirà la verita su Anna Schmitz(non so se si scrive così).E vedere lei,poi,così vecchia,così fragile,vederla priva della forza che aveva in gioventù,scartare le cassette che il ragazzo le manda in prigione per imparare a leggere,mi ha commosso.Chissà perchè non riesco a vederla come una colpevole,non riesco a giudicarla male per avere chiuso quele ebree nella casa in fiamme,forse la giustifico e sbaglio,ma non ci posso fare niente.
L'unico errore del film,una barbarie la definirei,è stato mettere le lettere e i libri scritti in inglese,nonostante l'ambientazione fosse una chiara Germania prima nell'immediato dopoguerra,poi durante le contestazioni,infine nei tempi nostri.



permalink | inviato da GEAworld il 27/2/2009 alle 17:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
18 febbraio 2009
letteratura
Amazzonia
Fili di luce chiara e trasparente
s'intrecciano a liane d'alberi penzolanti.
Le liane pendono flosciamente,
abbandonate a se stesse e agli impalpabili gemiti dell'aria.
Il vento le agita,lieve e fresco come un respiro.
 
Calda,dorata e leggera è la luce del sole.
Penetra all'interno di quella misteriosa cattedrale vegetale:la foresta.
Giocosa,sfuggente e allegra è la luce del sole.
Si trastulla tra fili d'erba e fiori d'oro.
Forte è il loro profumo,grandi le loro corolle,sottili i loro gambi.
 
Nella grande foresta c'è vita di giorno e di notte.
è una vita segreta dove gli unici suoni sono
lo scrosciare dell'acqua,il sibilo del vento
e lo sbatter d'ali di uccelli stranieri.
è una vita segreta impenetrabile all'uomo,
intessuta di linguaggi criptati e girotondi primordiali.
 
Ecco un lampo e subito un tuono.
Si apre il cielo,si scuote,si libera del suo peso inopportuno.
Gocce leggere trapuntano le foglie,come tante lacrime.
Tutto si bagna lentamente
e all'improvviso il silenzio avvolge la foresta.
Solo gocce piccole e vitree,intermittenti,bagnano la madre terra.
 
Si bagna,inumidendosi,anche la piccola tunica di lino.
Piange il bimbo dagli occhi neri.
Sente il freddo dell'acqua strisciargli addosso.
Piange in silenzio,guarda la foresta umida e verde.
Si avvinghia allo scheletro sbiancato di un animale.
Cinge con le paffute braccia le ossa lattee e spellate
in cerca di protezione,in cerca di amore.
 
Così,nel ventre di uno scheletro,
un bambino si addormenta,tornando alle sue origini.
La pioggia continua il suo scroscio ritmico,bagna la madre terra.

 



permalink | inviato da GEAworld il 18/2/2009 alle 18:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
15 febbraio 2009
SOCIETA'
St.Valentine's Day-all'inglese,va-
Ieri ho proposto,buttandola lì come uno scherzo,di mettermi una maglia con su scritto:"Mi Dissocio dalla Festa di S.Valentino".Era una cretinata,ma poi,prima di addormentarmi,ci ho riflettuto un po'.Che festa è S.Valentino?è inutile ed è consumistica,come tutte le altre feste dell'anno tra l'altro.Cuori,pupazzi,cioccolatini e un'infinita nullità e poi tanto vuoto nell'aria,anzi,anche un po' di neve,pochina pochina.Non so,non mi piace,a prescindere dal fatto se si è fidanzati-che grossa parola poi-o no.Abbiamo festeggiato come se fosse l'8 marzo,con l'unica eccezione di vedere un film completamente "sanvalentiniano":Moulin Rouge,con una strepitosa Nicole Kidman ed un Ewan McGregor che certo sfigura accanto ad una diva come lei.Unico regalo ricevuto:un piccolo Ferrero Rocher. 



permalink | inviato da GEAworld il 15/2/2009 alle 18:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
13 gennaio 2009
fotografia
The carrot man
                                             
Cosa ci farà questo ometto sui marciapiedi di New York?Sul "tavolo" improvvisato ha delle carote.è Incredibile cosa ci trovi a New York...c'è di tutto e di tutto puoi stupirti.Questo mi piace:viaggiare,conoscere,evadere.



permalink | inviato da GEAworld il 13/1/2009 alle 16:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
10 gennaio 2009
cinema
La Duchessa e altri film
  
Ieri sono stata al cinema a vedere La Duchessa,era uno dei film che avevo messo nella lista.Il mio voto:7 e mezzo.Non è proprio il mio genere di film,nonostante i film in costume mi piacciano molto.Fa sempre piacere però vedere Keira Knightley in vesti antiche,bravissima e anche molto bella,giusto un po' troppo magra.In ogni caso ho visto la programmazione della Bim sui film che sta per distribuire e che,assolutamente,non posso perdermi:Milk con,udite udite,James Franco,Sean Penn ed Emile Hirsch nei panni di tre gay,L'argomento del film non è certo stimolante:la battaglia per i diritti degli omosessuali,ma ecco i miei tre motivi per vedere il film:-1-l'atmosfera anni 60-70 è una delle mie preferite e non posso perdermi James Franco coi ricciolini e i pantaloni a zampa.2-C'è appunto lui,James Franco.3-è una storia interessante dal puno di vista psicologico.Uscirà poi "Che", in due parti:L'Argentino e Guerilla.Dall'anno scorso aspettavo questo film,premiato a Cannes,che sembra davvero interessante,forse è giusto un tantino lungo.Benicio del Toro veste i panni di Ernesto Che Guevara con bravura,anche se la somighlianza fisica non è granchè.Infine c'è Australia con Nicole Kidman e Hugh Jackman,forse il meno interessante dei tre,ma c'è una delle mie attrici preferite in un'epopea australiana con,dicono,paesaggi mozzafiato.Ci sarebbe poi Sette Anime di Muccino e Un matrimonio all'inglese di più prossima uscita,ma ancora non so se andrò a vederli.Mi sono persa The Spirit di Frank Miller,ma me lo procurerò in Dvd,anzi prima me lo faccio raccontare da mio cugino.Tra i film invece che ho visto in Tv c'è stato Matrimonio a 5 stelle:la solita commedia d'amore,ma dolcissima e così romantica con una fantastica Jennifer Lopez.Stranissimo effetto è stato vedere Ralph Fiennes prima nelle vesti dell'uomo gentile e innamorato,poi in quelle settecentesche del despotico conte di Devonshire,marito di Keira Knaightley in The Duchess.



permalink | inviato da GEAworld il 10/1/2009 alle 17:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
28 dicembre 2008
cinema
Funny Games
 Sabato scorso-non ieri- ho dedicato l'intera serata alla visione di un film che mi aveva incuriosito da un po'.Ovviamente non l'ho visto da sola,forse-se l'avessi fatto-non sarei andata a dormire tranquilla.Il film in questione è Funny Games.Una famiglia tranquilla:madre,padre e figlio vanno in vacanza in riva ad un lago-si suppone che vengano qui  ogni estate.Due ragazzi in bianco,carini,gentili,li braccano in casa e qui li fanno fuori:prima il bambino con un colpo di fucile alla testa,poi il padre,infine la madre(la buttano nel lago).E questa allegra famigliola è solo l'anello centrale di una lunghissima(infinita?)catena.Bhè,ci sono rimasta...nonostante sapessi di cosa parlava il film.Il nolleggiatore mi aveva avvertito che era tipo Arancia Meccanica(che,un anno fa, mi aveva schifata),ma devo dire che questo film è dieci volte superiore a quella schifezza di Stanley Kubrick.è stato girato in maniera superba e il dolore mostrato non è quello fisico-come mi aspettavo-ma quello psicologico.I due ragazzi sono annoiati dalla propria vita,dalle loro famiglie,dalla società e vogliono divertirsi,non andando in discoteca nè al luna park,ma ammazzando le persone:gioco che per loro è funny,divertente.Interessante capire i processi mentali dei sue,messi in risalto dal film.Uno dei migliori film che ho visto,nonostante non sia rilassante,nè piacevole.



permalink | inviato da GEAworld il 28/12/2008 alle 18:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
22 dicembre 2008
Natale

                                                                
 Domani è la Vigilia.Dopodomani è Natale.
Bisogna sentirlo dentro il Natale,senza illuderci,senza farci influenzare,senza farci abbindolare dai panettoni e dalla neve finta della Tv.Non si è tutti più buoni,non si è migliori a Natale.Sono bugie.Io spero di passarlo serenamente,riposandomi,essendo contenta di tutto ciò che ho e rifacendo la lista dei propositi e dei sogni per l'anno che verrà.Penso di essere felice,nonostane tutte le  inquietuduni e malinconie della mia età che mi porto appresso.Penso che passerò questo Natale come gli altri anni,ma senza grandissime emozioni,perchè l'abitudine ammazza le emozioni. 
Mi piacerebbe passarlo,questo Natale,lontana dal mondo e da tutto,in un posto lontano e bello e silenzioso,magari in Irlanda o in Islanda o comunque un posto dove c'è la neve,dove ci sono i boschi e i lupi e fa freddo e non ci sono negozi e non c'è la televisione....
Buon Natale a tutto il mondo,con la consapevolezza che dirsi-Siamo più buoni-non migliorerà le cose,anzi è tutto un grande palcoscenico.
                          



permalink | inviato da GEAworld il 22/12/2008 alle 18:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
15 dicembre 2008
SOCIETA'
Into the wild
                                                       
Oggi niente scuola perchè qui in Abruzzo ci sono le elezioni del presidente-dopo l'arresto di Del Turco e oggi niente allenamento visto che piove da matti. Ne ho approfittato per rivedere il mio film preferito-Into the wild-di S.Penn con Emile Hirsch.Ricordo ancora come fosse ieri quando andai a vederlo al cinema. Era Febbraio. Mio padre citofona:dai scendi che voglio andare al cinema,di venerdì.A me non va di vederlo questo film strano,però a mio padre non si dice di no.Andiamo all'Astra.Inizia il film,io guardo e rimango rapita,fino alla fine.Per tutto il tempo dico:cavolo!anch'io,anch'io voglio fare come lui.Che sia questa  la risposta alle mie inquietudini che mi trascino dietro ogni giorno?E così questo film diventa la mia fissazione,finchè oggi,dopo averlo comprato da un amico a 5 euro,lo rivedo.L'idea è quella:voglio girare anch'io on the road,ma ora comprendo i miei limiti e sono assalita da mille paure.Vorrei fuggire da questa società in cui vivo,malata e corrotta,ma d'altra parte voglio anche migliorare il mondo.Avevo annoverato il grande viaggio tra i miei progetti,ma oggi ho capito che non può esswere uno dei tanti progetti,deve essere IL PROGETTO e basta.Oggi ho compreso più a fondo,ma non del tutto,Chris McCandless(anche se a me  piace di più Alexander Supertramp).



permalink | inviato da GEAworld il 15/12/2008 alle 18:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
22 novembre 2008
cinema
Fenomeno Twilight
                                               
Ormai i tre libri di questa saga vampiresca spopolano tra tutti,anche tra i grandi. Ieri sono stata al cinema per vedere questo film così atteso,preparata a tutto:alla solita storia d'amore,magari raccontata in modo un po' diverso con l'aggiunta dei vampiri,ma pronta comunque alla romantica,travagliata e comunissima storia d'amore tra due adolescenti,dove lei è timida,introversa e solitaria. Sono rimasta piacevolente sorpresa,perchè il film mi ha coinvolto e gli attori sono statai davvero bravi,anche se condannati da molte mie amiche(meglio la coppia Hayden Christensen ed Emily Browning che Robert Pattinson e Kristen Stewart per loro).I commenti e le critiche si sono sprecate. Il film non mi ha invogliato a leggere il libro,tuttavia l'ho rivalutato.Stephenie Meyer,nonostante abbia scritto una storia che comunque all'amore,sempre all'amore,va a parare,possiede una capacità di scrittura molto buona,affiancata ad una vasta fantasia.Cento volte meglio l'amore tipo Twilight all'amore tipo Moccia.



permalink | inviato da GEAworld il 22/11/2008 alle 18:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
6 novembre 2008
POLITICA
qui tutto è possibile
                                                                               
Dunque Barack Obama ha vinto:straordinario!UN presidente nero,il primo della storia,un presidente che porta un vento nuovo,un vento che ci fa sperare che le cose nel mondo mgliorino.Ci sembra quasi,ora,che Barack Obama,con il suo slogan "Yes,we Can" sia diventato onnipotente. Spero che non ci deluda,vai Obama!
Sfogliando i giornali mi ha colpito quella foto bellissima dove Michelle bacia il marito,proprio dopo la sua vittoria.Un gesto semplice e bellissimo,il gesto migliore per congratularsi,per dire "Ce l'hai fatta" e lui poi l'ha ringraziata nel suo discorso,l'ha definita "la roccia della nostra famiglia,l'amore della mia vita". Ecco,io voglio sofferarmi non solo sull'Obama presidente,ma anche sull'Obama uomo.Penso che il bellissimo discorso che ha fatto dopo la vittoria gli sia davvero partito dal cuore:un discorso vero,mosso dalla voglia di cambiare in meglio e non il solito intruglio elettorale e propagandistico.Il mondo sarà diverso,questo è sicuro.
                                                                      



permalink | inviato da GEAworld il 6/11/2008 alle 18:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  




IL CANNOCCHIALE