.
Annunci online

geajournal [Mi alzavo in piedi e guardavo fuori sui tetti di Parigi e pensavo"Non aver preoccuparti.Hai sempre scritto e scriverai ancora.Non devi fare altro che scrivere una frase sincera. Scrivi la frase piú sincera che sai" E.Hemingway]
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 55824 volte

"Dentro un raggio di sole che entra dalla finestra talvolta vediamo la vita. E la chiamiamo polvere nell' aria"

             


12 settembre 2010
Change

Per i pochi che mi leggono e per i molti che passano di qua:ho deciso di spostarmi ancora,di partire di nuovo.Qui:

unejeunefille.splinder.com/




permalink | inviato da GEAworld il 12/9/2010 alle 13:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
6 settembre 2010
"Scavò una piccola buca nella sabbia e la ricoprì subito dopo,come per seppellire la perfezione di quel momento."

Avrei voluto scrivere domenica scorsa,prima di partire per questa settimana al mare con le amiche,purtroppo domenica sera stavo ancora correndo in un paese qui vicino,una notturna di 11 km, e alle sette ero già alla stazione per prendere il treno.Destinazione:Montesilvano e,occasionalmente,Pescara.Era dall'inizio dell'estate che avevamo deciso di passare al mare del tempo insieme,ma solo ora ci siamo riuscite,tra i tanti viaggi fatti da ognuna di noi.Ora sono pronta per tornare a scuola?Mah...

Il mare era un po' mosso,l'aria di settembre si faceva sentire.Tirava vento,tanto che il primo giorno siamo state quasi travolte da una mezza specie di scirocco sahariano che ci ha fatto volare via l'ombrellone.Quanto a cucina,lasciamo stare. Io,nonostante sogni di fare lo chef,non so cucinare se non ho tanti ingredienti e tanto tempo a disposizione.La cuoca è stata Gio,che se l'è cavata abbastanza bene,anche se io avevo sempre fame (tanto per cambiare) e solo la pizza con la nutella delo stabilimento mi ha saziato.Il pane che non bastava mai,il latte razionato,i muffin a colazione che finivano sempre.Siamo tornate al sepermercato un'infinità di volte. E poi lo straccio "che sta" come direbbe il nostro prof,dall'odore insopportabile,i capelli di Annemary in bagno,l'autista di autobus gentile,il vicino del cavatappi e quello delle carte,il Tabacchi jazz in cui non entri se non hai il biglietto e alla fine non siamo entrate,ma siamo andate a camminare di notte in riva al mare e infine,ciliegina sulla torta,la caldaia che "si è rotta" il secondo giorno ed è ripartita il penultimo.Che poi non era rotta,bastava girare una qualche manovella che noi,geni della tecnica,non siamo riuscite a trovare.Indimenticabile Gio che va al piano di sotto per cercare aiuto e mi torna con un nero alto 2 metri che non parla italiano,ma che vuole assolutamente rendersi utile. Ovviamente non ne è capace e noi facciamo buon viso a cattivo gioco.Quando torna il giorno dopo a chiedere se la caldaia va,noi "sì sì,non si preoccupi!".

Domenica,ultimo giorno,mentre Annemary e Fabri erano uscite a comprare lo scotch per la sua valigia che si era rotta e Gio leggeva nella stanza accanto,mi sono affacciata dal balcone e mi sono immersa nel pezzo di quartiere che avevo davanti.C'era una casa strana,tutta piani scoperti per vederne la vita nei minimi dettagli:i gatti davanti la porta,le bottiglie abbandonate sul lavandino,le rose nei vasi,il garage di sotto,un'altra veranda con tavoli e sedie di fronte.Un pezzo di mondo,perfetto per ambientarci una storia,che mi ha ricordato Via del Corno di Pratolini.Ho pensato in quel momento a tutte le estate precedenti e a come erano finite.Ho pensato:questa è la fine più bella,più dolce e pià nostalgica,che ricorderò per sempre.Più tardi,alla stazione di Pescara,mentre guardavo i libri di una libreria che stava lì,questo pensiero si è rafforzato.

Ho fatto leggere il racconto sia a Fabri,sia alle altre. è piaciuto moltissimo a tutte (la mia autostima letteraria si è innalzata ed ora siano a livello 5) ed hanno concordato nel riconoscere che il silenzio di Milhouse non è un silenzio intelligente,come quello del protagonista del mio racconto.

Ho scoperto un nuovo scrittore,si chiama Murakami Haruki. Chi mi conosce sa che non amo l'oriente,quindi niente Cina e paesi vari,giusto il Vietnam mi affascinava.Tuttavia questo scrittore mi aveva incuriosito già tempo fa,quando avevo visto un suo libro in libreria,non mi ricordo il titolo ma c'era un unicorno in copertina,ed ora finalmente l'ho comprato,anche se non questo,ma un altro,Norwegian Wood(che è una canzone dei Beatles).L'ho iniziato e sembra bellissimo.

Lunedì dunque torno a scuola e non mi va affatto.Mi succede sempre di trovare un mio equilibrio solo alla fine dell'estate,quando non viaggio più e non c'è nessuno che mi rompa le scatole e mi sistemo a casa e scrivo.Non vedo l'ora di finire questo maledetto liceo del cavolo che tutti dicono essere l'età più bella della vita e che a me non sembra affatto.

 

 




permalink | inviato da GEAworld il 6/9/2010 alle 18:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
18 agosto 2010
VIAGGI
Perchè tutto combaSCIa e bisogna daRrre tempo al tempo

Sono tornata da questo lungo viaggio duato 9 giorni. Sì,è stato interessante,però è stato anche l'ultimo coi miei genitori.L'anno prossimo le cose cambieranno,decisamente.Bhè,che dire,la Normandia e la Bretagna sono bei posti,hanno belle atmosfere e un clima pessimo. Fa freddo,tira vento,spesso c'è quel cielo bianco,nemmeno grigio,semplicemnte bianco e uniforme come un bicchiere di latte versato.L'acqua del mare è fredda:in una giornata di sole il massimo sono 18 gradi e c'è gente che va a farsi il bagno,mah...Però il mare è ottimo per la vela.
La città più inquietante che ho visto,non solo in questo viaggio,ma credo in tutta la mia vita,è stata Brest.Distrutta durante la guerra e ricostruita negli anni 50,ha una distesa d case tutte uguali:palazzi bianchi,alti e stretti,con i negozi al piano terra.Di gente,nemmeno l'ombra,giusto la sera si vede qualcuno fuori dai mille pub sparsi per la città.I camerieri dell'hotel poi...sono un tutto dire.Ragazzi dalla faccia dura e indecfrabile,soprattutto uno,dagli occhi celesti,di un ceruleo sbiadito,la pelle lattea e i capelli corti e rasati sulla nuca.Serviva i piatti senza dire una sola parola e alcun sorriso.Insomma,andate,andate a Brest,merita una visita e sicuramente il prmo posto per assenza di calore umano e lo dice una che non ama i baci gli abbracci e le mille smancerie degli italiani.Ci ambienterò un noir a Brest,ho già una mezza idea....
Dopo il cameriere di Brest,c'è stata la guida bretone che mi ha colpito.Una voce fantastica:calma,suadente,un po' roca e strascicata.è stato strano perchè di solito io nn mi accorgo delle voci,non vi dò peso,sono un po' tutte uguali.Non ho nemmeno l'orecchio musicale e non so tenere il ritmo,ma la voce di questa donna mi ha catturato.Avrei potuto stare lì a sentirla per ore e ore senza mai stancarmi...
Per non parlare del cibo....la cucina francese,sebbene famosa in tutto il mondo,è pessima,davvero pessima. L'anno scorso a Parigi non aveo avuto modo di provarla,ma ora invece è stato diverso.Salse dappertutto,sformatini e tortini a dir poco stomachevoli e burro dappertutto,dappertutto.Perfino i crnetti.che di norma non dovrebbero essere immangiabili anche se fatti dal peggior pasticciere del mondo,qui,con quintali di burro,fanno schifo.Non ho mangiato quasi niente,nemmeno il pesce,che mi piace molto,ma qui tra ostriche cozze e lumache non sapevo dove mettere le mani.Cucina italiana RULES!E devo ure cambiare il m io racconto Les levres rouges dove ho elencato "deliziose" specialità francesi(le ho lette in un libro d Joanne Harris)che ora ho provato e deliziose decisamente non sono!Il far breton ad esempio o il kuign-amman.
E non ho trovato un francese bello,uhm,proprio no.La gente di lì ha stile nel vestirsi,ovvero sanno essere eleganti o strambi,ma mai banali,come gli italiani,almeno quelli giovani.Il fenomeno"truzzo"in Francia non esiste,al limite ci sono i rapper,ma comunque distinti da uno stile vero,e non "tanto per".Se indossi uno dei tanti capi particolari offerti da HeM la gente non ti guarda strano,così come non strabuzza gli occhi se te ne esci con le cuffie dell'i-pod nlle orecche,senza andare a correre;)
Infine la scaletta dei posti più belli:L'oro va alla Costa di granito rosa,l'argento al Mont Saint Michel ,il bronzo a Concarneu e il cartone a Locronan,piccola cittadina in puro stile bretone...quasi come la Contea di Frodo,ma più elegante.
Ah e ho finito il racconto,sì,l'ho finito finalmente.Più lungo di quel che avevo previsto,ma bello,bello,bello!Come sono felice:D

 




permalink | inviato da GEAworld il 18/8/2010 alle 15:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
7 agosto 2010
Senti come il vento mi chiama galoppando per portarmi via lontano

E dunque lunedì parto.So cosa aspettarmi da questa lunga vacanza di quasi 10 giorni,visto che andremo con la stessa agenzia dell'anno scorso.Starò molto i autobus,avrò tempo di leggere-e di rifarmi visto che da quando l'estate è iniziata ancora non becco il Libro-e di guardare dal finestrino il mondo che mi passa davanti. La normandia m'ispira molto,con tutte quelle scogliere dipinte da Monet e un nonsochè di sconfinato nell'aria.Farà freddo,credo.Mio padre non vede l'ora di mangiare il pesce dell'atlantico.Insomma,sarà una bella vacanza,anche se non ho scelto io il posto e il modo in cui arrivarci. è da un sacco che programmo la MIA vacanza,così come la vorrei:quindi senza alberghi,senza aerei,possibilmente all'avventura,cioè con zaino in spalla e mezzi di fortuna.E ovviamente senza genitori.Mi dico,dopo la maturità,ma credo che sarà difficile,se penso che dovrò pensare all'università e ai test d'ammissione. Non si finisce mai,mai,mai...

Le altre sono partite,chi per la Thailandia,chi per la Calabria(un po' di differenza eh eh),chi per la Sardegna e chi andrà a Praga a fine agosto.Abbiamo avuto pochi giorni per stare insieme in questa dimezzata estate,come la chiamo io.Speriamo almeno di fare la famosa settimana a Montesilvano.Sarebbe fantastico,se mio padre non si mette di mezzo come solo lui sa fare.

Con Stephen King va alla grande,ieri sono rimasta a casa a leggere fino a mezzanotte.Questi langolieri solleticano la curiosità in modo sorprendente.Inutile dire che col racconto sto ancora ferma,magari in normandia mi vien l'ispirazione,così come è venuta a Monet e a Van Gogh.Però ci ho beccato e alla grande. Mi sono immaginata questo tizio nel carattere e nei pensieri solo avendolo visto un paio di volte e lui è così,effettivamente Milhaus(in onore del taglio di capelli che si è fatto)è così,tale e quale.Un piccolo rocker malinconico e insoddisfatto.

Ed ora una cosa,che mi da' non poco ai nervi,non poco.Ne ho fin sopra i capelli di viaggi studio.Se ne vanno tutti in viaggio studio e noi poveri umili che non potremo mai migliorare il nostro pessimo inglese o francese o che cavolo ne so io  che non ci andiamo restiamo sulle dita di una mano.E ci si mette mio padre a rimembrare i suoi bei tempi quando da giovane se ne andava ad Hastings o a Copenaghen.Sembra che lo faccia apposta.E poi non mi manda  da nessunissima parte. Perchè costa troppo e non posso usufruire dell'inpdap e perchè il mondo non è più quello di una volta ed io lo so che tu sei affidabile,ma sono gli altri che ti trascinano.Sì,col cavolo. E intanto non mi resta altro che rimirare le foto di Cork o Di Brighton o di Barcellona e sentire le mille esperienze di laggiù e annuire sorridente "beata te".Chissà se l'anno prossimo cambia qualcosa?Mah....

Intanto fuori tira vento ed io ho freddo alle gambe...ma è suggestione o fa freddo sul serio?!




permalink | inviato da GEAworld il 7/8/2010 alle 15:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
2 agosto 2010
DIARI
"Morirono a metà dell'estate,un tempo pieno e perfetto:era l'estate chiusa su se stessa nel suo calmo splendore."

L'altra volta ero così presa da Bright Star e da John Keats che ho dimenticato di scrivere di Lost.Proprio ora che si iniziano a svelare gli arcani di sempre e tutto si fa più interessante. Dunque,si sa finalemnte cos'è il fumo nero:non è altri che l'uomo nero,o il Locke redivivo,non so come sia meglio chiamarlo.Si capisce che è malefico,nonostante la faccia bonaria di Locke e la sua innocente pretesa di volersene "solo" andare dall'isola. Hanno svelato anche chi sia il fantomatico Richard Alpert,o meglio Ricardo,e il suo passato risalente al lontano 1800,la storia più bella mai raccontata fino ad ora a mio parere.E si sa anche chi sono i buoni e chi i cattivi,giusto Kate e Sawyer restano sospesi,ma molto probabilmente verranno usati dall'uomo nero come strumenti per arrivare ai prescelti(Jack,Hugo e i due Kwon).L'ultima puntata sarà epica,ne sono certa.L'ultima puntata dell'ultima stagione del miglior telefilm di tutta la storia della TV!Ed io,tanto per rendere ancor più nota la mia sfortuna,non potrò verderla,perchè sto in Francia!Non fraintendemi,sono contenta di andare in Normandia,altrochè,ma Lost!L'ultima puntata diamine,l'ultima!Chissà se potrò beccare rai2 in FRancia??

Passiamo al secondo argomento,gli Europei di Atletica a Barcellona,dove l'Italia ha fatto la sua solita figura Schifa(un po' alla Holden;)senza prendere nemmeno un solo oro! La francia,con un fantastico e bellissimo e affascinantissimo(sono di parte,ma come si fa a non amarlo?) Cristophe Lemaitre,l'unico bianco a scendere sotto i 10 s sui 100m,può guardarci dall'alto in basso e a ragione!E la Germania?Con quella corazzata di lanciatori?E la Russia,con le velociste più forti del mondo,seconde solo alle americane o alle giamaicane?Che tristezza!La ragione è facile da trovare,basta guardare l'organizzazione atletica a livello regionale.La mia società fa schifo senza istruttori e con impianti del paleolitico.IO ho sempre amato il salto con l'asta,l'ho sempre voluto fare e magari ci sono anche portata,chissà,ma il materassone è distrutto dalle intemperie e non c'è nessuno capace di insegnarmi!E così mi sono data al mezzofondo che è molto più faticoso e avaro di soddisfazioni(correre un'ora per me è regola!).Ma ora basta,parliamo d'altro.

Stamattina ho rifatto la torta allo yogurt:senza parole!è uscita male un'altra volta.Non so se è colpa dell'olio o delle quantità sbagliate(avevo detto a mia madre di non buttare il vasetto dello yougurt che mi serviva per regolarmi sulle quantità e lei che ha fatto?ME l'ha buttato,ovvio,no?!)Ho quasi finito il racconto per fabri.Quasi,perchè ho deciso di far morire il protagonista maschio e devo trovare una morte adatta al personaggio.

O forse...un'idea!Forse potrei far morire anche la protagonista femmina:fabri ne sarà dispiaciuta,ma del resto sono io che scrivo.Eh già,è un'idea molto graziosa.La frase di Emily Dickinson(vedi titolo)è affascinantissima.

28 luglio 2010
DIARI
Vorrei quasi che fossimo farfalle e vivessimo appena tre giorni d'estate...

L'ho visto.Bright star intendo.Fantastico.

Forse bisognava aspettare solo un po' di più per vederlo al cinema e alla fine è arrivato anche qui.Da tanto un film non mi toccava così profondamente.L' ultima volta era successo con Into the wild più di due anni fa. Ora è successo con Bright star.Ma io lo sapevo,me lo sentivo.Certe cose si intuiscono in brevi momenti di chiara lucidità estrema.Una storia così tragica e proprio per questo sublime,fantastica,interpretata da due attori bravissimi. Se fosse finita bene,sarebbe sembrata banale.Mi è piaciuto soprattutto Ben Wishaw,così fragile e piccolo,da farti tenerezza,perfetto,a mio parere,per interpretare John Keats.

A parte la mia estasi per questo film così perfetto in ogni particolare e così toccante che solo un essere di pietra non potrebbe rimanerne commosso,sono tornata in Italy,dalla Slovacchia. Come ogni volta,è difficile riabituarsi alla quotidianità della mia città.Ogni volta che vado lì è un uscire fuori dagli schemi,prendere la vita come viene,invece a casa,chiaro,è diverso.è tornato il gatto nero,quello che poco prima dell'inizio delle vacanze era scomparsa. Più malconcio che mai è tornato:ora,oltre che cieco,gli manca anche il pelo in buona parte del corpo. Un gatto eroico a mio parere.Sono andata a correre e ho strafatto di brutto.Nel senso che domenica mi sono sentita male,con dei crampi incredibili alla pancia,da vedere le stelle. Ora sto bene,alla meraviglia,a parte alcune cose che mi danno fastidio,ma a cui preferisco non pensare.

Alleluia!Ho finito Grossman ed anche Hemingway,questi due libri tosti coi quali era meglio non iniziare l'estate.Ora sto leggedo il giovane Holden di Salinger,che promette davvero molto bene,e sono andata in biblioteca a ricaricarmi di libri per la settimana prossima. Parto per la Normandia in autobus e avrò molto molto tempo per leggere.Ovviamente Maigret(non posso mica andare in Francia e non crearmi l'atmosfera!),qualcosa della Christie e il mio primo novello Stephen King,un librone di 800 pag che sembra essere interessantissimo e,off course,da brividi!

Avrei voluto bloccare il tempo,laggiù in Slovacchia.Per restare e stare fuori dal mio mondo.Per disintossicarsmi dalle mille coperture che mi sono messa addosso in questi ultimi mesi.Per non ascoltare le solite cose e per non pensare ad un brutto affare in cui mi sono messa e in cui non c'entro affatto.Per stare ancora con le persone che amo e che vedo così poco,così poco davvero.E mia madre,che strega...è stata contenta di tornare qui,perchè lei,ovviamente,si annoia.Non è capace di inventarsi nulla da sola e lo fa pesare a noi, a me. Adesso qui si sbizzarrisce con le sue voglie-torture ed eccola qua mentre scrivo ora a chiedermi cosa scrivo. Non immaginerebbe che scrivo proprio di lei.

Bright star mi ha risvegliato qualcosa dentro. Forse la vogli di essere innamorata,che da lunghi anni avevo eliminato dal mio cuore,dopo innumerevoli sofferenze. Ma passerà,sono certa.Un John Keats non lo troverò mai.




permalink | inviato da GEAworld il 28/7/2010 alle 14:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
14 luglio 2010
cinema
Bright Star
Devo vedere questo film.Ovviamente qui in Italia,o perlomeno nella mia cittá,non é uscito nelle sale,come succede sempre coi i film buoni,ma non commerciali. Parla della vita breve e intensa del poeta John Keats,morto di tubercolosi a 26 anni e del suo amore,Fanny. La regista é Jane Campion. A parte la storia,che narra di un amore tragico come piace a me e a parte che c´é Ben Wishaw( il Jean Baptiste Grenouille di Profumo,il film é girato in una serie di immagini come quelle che vi citavo l´altra volta. Immagini delicate,dai colori tenui o ambrati,ricoperte da una patina d´antico.Ne ho trovate molte girovagando in net. Ora aspetto che mio cugino me lo procuri al piú presto. Questo sotto é il link per vedere il trailer.

http://www.mymovies.it/film/2009/brightstar/trailer/



permalink | inviato da GEAworld il 14/7/2010 alle 16:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
9 luglio 2010
fotografia
Bianco,rosso e nero
Oggi é stata una giornata impegnativa al lavoro e non ho avuto tempo per connettermi.Doveva essere il mio ultimo giorno di lavoro e invece ho prolungato fino a lunedí,cosí saranno due settimane.Accipicchia come passa il tempo.Mi sono accorta ce piú cresco,piú il tempo passa velocemente,chissá perché.Ricordo le estati della mia infanzia passate qui in Slovacchia:tre mesi interi in questa terra di campi coltivati e castelli diroccati,di cui uno lo passavamo io e mia sorella alle terme-per curare le allergie- e i restanti due qui da nonna a giocare con le bambole e a guardare telefilm americani e telenovelas argentine e poi,off course, a visitare castelli,la nostra grande passione. E a leggere libri di leggende e racconti di questo paese,ma questo vale solo per me. Giusto ieri guardando la tv ho beccato una telenovela che guardavo da piccola con l'attrice argentina-idolo della mia infanzia-Natalia Oreiro. Se traduco bene la telenovela si chiama Angelo Ribelle ed é la classica storia dell'orfanella che si scopre essere la figlia del padrone di casa.Sciocchezze,sí,roba per romantiche sdolcinate. Peró riconosco il fascino che certa roba esercita sulle menti e sui cuori,soprattutto sui cuori.E c'era un'altra telenovela che mi piacerebbe molto beccare di nuovo, in cui Natalia interpreta una specie di istitutrice-babysitter in una famiglia di ricchi imprenditori.E le sigle,quelle sí che sono belle,in cui lei canta in spagnolo e balla e guida una macchina.Tutto in stile hippy,figli dei fiori,con colori accesi e psichedelie.
Il libro di Grossman sta mettendo a dura prova la mia pazienza.Ma porca vacca questo qua fa parlare il mare,anzi la "mara",perché questa qui é una donna. E c'é questo scrittore, Bruno,che si trasforma in salmone.Io non capisco cosa vuole dirti,che messaggio vuole trasmetterti. Sí Bruno cerca la veritá,va bene,ma perché in mare e come vuole superare,vincere la "bestia"?che poi questa bestia di cui parla sempre é l'olocausto ed io non capisco perché vi allude,ma non ne parla mai chiaramente e non si capisce se ne ha paura,se per lui non é cosí importante come fatto storico,se vuole parlare di altro.é tutto cosí confuso.Spero di arrivare alla fine,ho letto su anobii che le ultime due parti migliorano la storia.Che poi Grossman scrive in modo ottimo,solo che qui forse o é troppo geniale ed io una povera scema o é lui che deve un po' far pace con se stesso e capire ció che vuole dire.
Le foto che volevo fare poi le ho fatte,ci sono riuscita! le ho fatte col mac di zia e quindi é stato un po' difficile muovere il portatile,ma credo che siano uscite bene. Ora devo pensare a dove metterle,se iscrivermi a Flickr o fare un altro blog esclusivamente per questo.Ho poi "scritto" le mie converse,cioé in basso,sulla gomma,lí dove la tela finisce,ci ho messo pezzi di canzoni dei miei da lungo  amati Pink Floyd ( da Sorrow e Comfortably numb) e dei miei da poco amati The Killers(da Human,Dustland Fairytale,Read my mind).I Nirvana-che sarebbero la mia band preferita-ho preferito non metterceli. Ho un rapporto un po'strano con Kurt Cobain in questo momento.é stato il mio mito per tanto tempo,ma ora,non so...credo di essergli affezionata piú che altro.
hector sta bevendo,slinguazza nell'acqua della sua ciotola ed é stranamente tranquillo.
Ho sentito fabri ieri,mi ha raccontato che the mascotte si sta facendo sempre piú opprimente ed ho sentito oggi annemary e mi ha un po'sconvolta fornendomi la prova ufficiale che the strager é un grandissimo stronzo,magari non tanto quanto il suo amico alessandra,ma abbastanza.ed io che mi ero lasciata ispirare dal suo personaggio,vabbé.....






permalink | inviato da GEAworld il 9/7/2010 alle 21:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
6 luglio 2010
Fotografia,tv e libri se vogliamo riassumere
Ho un´incontenibile voglia di fare delle foto.Ma non foto cosí a cavolo,so precisamente che tipo di foto voglio.Potete vederle nei link che ci sono a bordo del blog,come Pandora o Cherry Blossom Girl.Sono foto che rimandano ad un mondo a parte,ideale e perfetto.Si potrbbe definirle foto di moda,perché queste ragazze sono presenti nelle loro foto con abiti,scarpe ed accessori diversi,ma secondo me non c´é solo moda.Ovvero,guardare queste immagini mi fa sentire bene,mi dá sicurezza in momenti in cui sono irrazionalmente agitata e confusa.Forse ho un gusto del bello molto sviluppato,non so.Insomma voglio provarci anch´io a catturare il dettaglio,l´istante,una precisa combinazione di colori,una sfumatura di luce.Alcune ce ne sono anche al lato del mio blog,di queste immagini,anche se prese da altri siti,non da quelli sopraccitati. Da un po´ lo propongo a mia sorella,ma non troviamo mai tempo o forse non ci decidiamo mai sul serio.Devo farlo!Voglio vedere cosa ne esce fuori.
A parte questo:ieri é iniziato LOST!!!!Diciamo che per vederlo ho dovuto scavalcare i miei che stavano tutti appollaitai lí in salotto a vedere vecchi film cecoslovacchi.Forse sono stata un po´scortese,di sicuro egoista,ma dovevo assolutamente vedere la prima puntata della sesta nonché ultima serie di Lost,o no?
I vuoti mentali si sono fatti sentire,ovvero ci sono cose che assolutamente non ricordo,come ad esempio quando e dove Claire é scomparsa.Mi sa che nelle ultime due stagioni non c´era ed eccola che ricompare adesso.Poi...si susseguono contemporaneamente le storie sull´isola e fuori ed io non so qual´é il presente,qual´é il passato o se sono due diverse alternative della realtá contemporanea.Ci si sono messi nuovi personaggi a complicare il tutto,come il thailandese capo del tempio ed il suo aiutante occhialuto.Mi é sembrata particolarmente significativa la parte in cui l´uomo nero nei panni di Locke spiega come Locke si sentiva prima di precipitare sull´isola,cosa pensava nel momento in cui Benjamin l´uccideva e perché lui,l´uomo nero,ha scelto proprio il suo corpo per"reincarnarsi".Bella parte,da registrazione forse.
Sempre fantastico inoltre il caro Jack,emblema vivente dell´uomo del 2010,sempre razionale di fronte a qualsiai situazione,poco incline a credere al sovrannaturale che,ahimé,sull´isola c´é e manco poco.
Vedremo come va avanti.

Ho poi pensato in questi giorni al fatto di scrivere. Se vuoi scrivere bene e a pieno e dare il meglio di te devi vivere in solitudine.Questa é una cosa che spesso si dice,ma non si sa fino a che punto sia vera. Ad esempio molti grandi scritori scrivevano cose ottime pur avendo una vita sociale molto intensa,vedi lo stesso Hemingway.Io peró credo di aver bisogno assai della solitudine.Non puoi incontrare gente,non puoi sentire notizie del mondo esterno. Devi vivere nel tuo mondo,lavorare giornalmente coi tuoi personaggi,lasciarti pervadere dalle loro storie.Ecco perché quest´anno non sono riuscita a scrivere nulla e solo ora ho buttato giú qualcosa,che poi non so che valore dargli,ma questa é giá un´altra storia.Il fatto é che io voglio scrivere cose nuove,cose originali,cose vere.Ecco i miei tre punti. Non voglio parlare né di cose inesistenti come magia,occultismo,paranormale,che pare adesso vadano un sacco di moda,né di cose banali,né di cose giá sentite milioni di volte. Voglio parlare della realtá,ma presentarla con una luce nuova,tramite vie inesplorate.Magari scrivere una cosa semplice come una stretta di mano,ma presentando tutte le mille sfumature di un tale gesto.E devo stare attenta a non preferire la bellezza delle parole alla profonditá del concetto.La strada é lunga...
Per quanto riguarda le mie letture:vedi alla voce amore é difficile,quasi impossibile!Ho finito la prima parte,quella narrata da Momik,e non ci ho capito un´acca.Ma che c´ha ´sto periodo?Perché non me ne va bene una coi libri?Forse é la maledizione...non dovevo abbandonare Delitto e castigo,che poi non l´ho proprio abbandonato:per motivi di spazio-non potevo portarmelo qui in borsa-l´ho rimandato a quando torno in Italy.




permalink | inviato da GEAworld il 6/7/2010 alle 13:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
4 luglio 2010
CULTURA
Uhm

"Tutto ciò che abbiamo di grande viene dai nervosi: sono loro e non altri, che hanno fondato le religioni e creato capolavori. Mai il mondo saprà quanto deve a loro e soprattutto quanto essi hanno sofferto per produrlo. Noi gustiamo le incantevoli musiche, i bei quadri, mille cose raffinate, ma non sappiamo quanto esse siano costate a coloro che le crearono in insonnie, pianti, risa spasmodiche, orticarie, asme, epilessie e in quel terrore della morte, che è la cosa peggiore di tutte."

Marcel Proust

Io non sono nervosa:quindi,forse,non faró mai nulla di grande,nulla che sará ricordato dai posteri. Triste faccenda.




permalink | inviato da GEAworld il 4/7/2010 alle 20:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
3 luglio 2010
DIARI
Nella notte...

La sera é fantastica per scrivere,soprattutto se non sto in salotto e quindi non c´é la Tv che mi disturba. Oggi sono andata di nuovo a strappare le erbacce ragazzi,mi sa che mi ci ci sono affezionata! é che non potevo dir loro di no e alla fine passare la mattinata da sola in casa non mi andava. Non ho scritto nulla oggi,in compenso ho letto i libri di Baricco,sia Senza sangue che Seta.Belissimi entrambi. Corti,essenziali,perfetti.Uno leggero come seta appunto,l´altro tagliente come una lama,che perô si smussa alla fine.

Ho sentito fabri su Fb,mi ha aggiornato sulle mie faccende laggiú. A quanto pare il nostro progetto é ad un punto fermo.Si sta preparando anche lei per Lost,che rinizia lunedí,yuppiiiiiiiiiii!!!Non vedo l´ora.I sensi di colpa si fanno sentire per il fatto che non sto andando a correre per niente e il programma che mi ha dato l´allenatore se ne sta tranquillo e pacifico su fb senza che l´abbia nemmeno copiato.Magari quando torno in Italy non sono capace nemmeno di fare un 2000,chissá...non mi va di pensarci. E sarebbe anche ora che mi mettessi a battere al pc i miei racconti. Dio spero che l´anno prossimo ci sará per me un nuovo prof di italiano.Non voglio Casale che mi ha distrutto Dante e Petrarca e Boccacio,che non mi fa scrivere,che non gliene fotte nulla di far appassionare gli studenti alla sua materia,che é un vecchio idiota rincoglionito che non ha piú interessi,né piú vita in quel corpo rinsecchito. Vorrei qualcuno a cui poter sottoporre ciô che scrivo,per capire se ha un valore.Se ho talento o no.Come e quanto devo migliorare.Se non  sono solo una stupida che gioca a fare la scrittrice.

Sono crudele oggi lo so.Perô la situazione della mia scuola mi fa rabbia,con la mia sezione che é una completa catastrofe con prof che non fanno nemmeno lontanamente il proprio dovere e siamo noi alunni a dover chiedere di ricevere un´istruzione,anche  minima.Ma non devo pensarci ORA.Sono in vacanza,o no?

Ecco Hector che si é svegliato e ulula nella notte.Che abbia sentito il ticchetio dei tasti del computer?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. notte scuola libri baricco

permalink | inviato da GEAworld il 3/7/2010 alle 22:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
2 luglio 2010
no work-mi ricorda vagamente shining di kubrick-
Oggi no work guys!Zia mi ha detto che potevo restare a casa per mercoledi che ho lavorato fino alle otto di sera.Pero ho comunque dovuto aiutare nonna in giardino a strappare le erbacce dal sentiero sotto al sole cocente,quindi niente relax.Non sto a raccontare che rottura infilare il coltello in mezzo ai mattoncini per strappare le radici di quelle maledettissime piante,ma passiamo ad altro. Ho scritto un racconto,credo il primo ispirato interamente ad una storia vera,purtroppo l'epilogo della storia reale ancora non c'e-spero che tornata in Italy ci sara-e dunque non so che fine dare al mio racconto. Dovro pensarci su.
Poco fa ho finito di vedere quel film con Drew Barrymore-che assomiglia tantissimo a mia zia- Mai stata baciata.La mia esperienza personale con questo film e davvero stramba:avevo iniziato a vederlo molto tempo fa,ma stava in seconda serata e non l'avevo continuato.Pochi giorni fa ne ho visto un pezzo in slovacco sul satellite e stasera l'ho beccato tutto,anche se in ceco ed io il ceco lo capisco poco,anche se tutti dicono che e uguale allo slovacco,vabbe. Che dire?Lo voglio anche io un prof di lettere cosi,altro che Casale con la bavetta alla bocca,la sua gobba e il suo nasone!!!
Mi sono vista anche i Campionati italiani assoluti di Atletica su rai sport-qui con satellite lo becco!!-e ovviamente mi sono abbastanza depressa perche certi tempi sugli 800 e sui 1500 non ce li avro mai. Mi resta l'illusione che se facevo salto con l'asta come specialita magari a 4.50 ci arrivavo,chissa...
Ora che mio fratello non c'e posso vedere tutto quello che voglio senza rotture di scatole. Bhe il resto della mia famiglia e andato a Praga e mi hanno lasciata qui a lavorare :D Chissa se mia sorella mi riporta qualcosa :)
Ho abbandonato I quarantanove racconti di Hem,non ce la facevo davvero piu piu e ho iniziato quello di Grossman ed uno di Baricco-Baricco I love you-Senza sangue mi pare sia il titolo,davvero molto interessante. E poi sto scrivendo dal Mac di mia zia! La chicca l'ho lasciata per ultima eh eh.Carinissimo questo portatile,anche se bisogna farci l'abitudine.




permalink | inviato da GEAworld il 2/7/2010 alle 22:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
29 giugno 2010
Si ritorna sempre a cio´ che si lascia
Un lungo anno é passato da quando ho lasciato questo blog. Un anno denso di impegni tra la scuola,gli allenamenti quotidiani di atletica,le amiche,il nostro pazzo "progetto".In ogni caso,sono di nuovo qua,perché il bisogno di scrivere in me c´é.Questa é una delle poche certezze della mia vita.Quest´anno ho abbandonato del tutto  i miei programmi "letterari",che si tratti di scrivere romanzi o racconti o che si tratti di partecipare a concorsi o inviare roba alle case editrici. Ho stoppato tutto,sia per mancanza di tempo,sia per sfiducia o per rabbia forse,non so.Ora sento di dover tornare indietro,dare uno sguardo critico al passato e,soprattutto,non fare progetti,non programmare. Tutto verrá da sé.

Sto lavorando nella farmacia di mia zia.Detto cosí sembra una cosa ottima.Non so come andrá a finire,se potro continuare,se ricevero una paga. é tutto da vedere.Ora che sono qui in Slovacchia é tutto diverso non solo dalla mia vita in Italia,ma anche dalla mia vita qui l´anno scorso.Ricordo un post in cui scrivevo come tutto qui era piú bello,migliore,cose cosí.Ora la vivo in modo diverso.Sento le cose in modo diverso.Oddio quanto sono cambiata dall´anno scorso.Rendersi conto dei cambiamenti che avvengono dentro di sé puo risultare spaventoso.Tutto sommato non mi lamento.Non voglio preoccuparmi.Tornando al mio lavoro cio che in definitiva faccio é questo:apro le scatole con le medicine,le catalogo,le metto negli scaffali. Ieri ho fatto l´inventario,oggi ho messo della pasticche nelle rispettive buste,sono andata a ritirare delle ricette.In definitiva qui non c´é bisogno di me.Sono tutte cose che potrebbero fare senza di me.Questo lavoro me lo aspettavo diverso,piu attivo forse.Ho buchi di tempo  per cazzeggiare su facebook,su polyvore,per scrivere qui anche :0
Sono malinconica,forse un po´amorfa,mi sto lasciando scivolare addosso molte cose.Forse sono anche un po´triste.
Il libro di Hemingway che sto leggendo non mi piace,mi sta deludendo. Sono I quarantove racconti.l´ho comprato a gennaio insieme alla biografia di Kurt Cobain.Cielo,ricordo quel giorno,anzi quella sera,come fossse ieri.Dovevamo festeggiare il complennao di Fabri dal cinese e poi un pigiama party con due film in rogramma,Fight Club e un Eroe in calzamaglia.Pero io avevo una gara il giorno successivo,la mia prima campestre.L´ansia,la morsa allo stomaco per non doverle dire di no e di conseguenza per la gara e la levataccia mattuttina delle sei e mezza. Eppure l´ho superata. é bello pensare alle cose difficili che uno ha superato. Ti da´una sensazione di piacevolezza.Anche se non é proprio cosí ora che ci penso meglio. Prima di fare una cosa che ti riempie di ansia cerchi di pensare a come magnificamente ti sentirai dopo che l´avrai fatta e una volta che l´hai fatta poi questa magnifica sensazione non c´é o non é cosí magnifica come credevi.
Tornando al libro,cielo,poteva fare a meno di scriverlo!Dov´é l´Hemingway grande scrittore?Questi racconti o non hanno senso o sono sempicemente brutti.Brutti.E il punto é che devo finirlo,perché ho solo un libro di Grossman e nient´altro.Altrimenti dovro leggere in slovacco,che mi risulata un sacco piú difficile.
Non so se sto riuscendo ad aprire il mio cuore,perché in definitiva é questo quello che voglio fare:aprire il mio cuore,dar voce  fedelmente a tutto cio che ho dentro,vedere se cio che penso riesco a trasportarlo su "carta" senza omissioni,concretizzare pensieri che passano di sfuggita nella mia mente. Forse piu tardi,tra un po´di tempo,non so.




permalink | inviato da GEAworld il 29/6/2010 alle 13:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
17 dicembre 2009
C'è qualcosa
è incredibile come si possa cambiare idea.Totalmente.
Ho sempre odiato le materie scientifiche,regina su tutte la signorina matematica,così spigolosa,così aguzza,mi ci son sempre spaccata la testa.
Ma ora ho conosciuto un'altra materia,Chimica, e me ne sono innamorata.Me lo sono messa in testa:"Devo riuscirci.Ci metterò il doppio della fatica,perchè la mia testa è letteraria,non scientifica,ma non fa niente."Mi ci sono messa su e ho preso 7 e mezzo al compito(notate bene che il massimo era 8,sennò non si capisce).Tutto preciso:cationi,anioni,isotopi,energia di ionizzazione,elettronegatività,gruppi e periodi della Tavola Periodica.
Sono ancora all'inizio,lo so,ma spero di continuare così bene come ho iniziato.Il futuro èpieno di sorprese.

Sono queste le soddisfazioni della vita.eh sì!

Mi sono resa conto che lì,proprio tra i numeri,in questo mondo così freddo e ostile,che non ammette errori nè opinioni,c'è qualcosa che mi aspetta.Mi chiama,mi affascina.Forse è lì la mia meta e da tempo questo l'ho intuito,ma forse non ho mai voluto crederci.

                



permalink | inviato da GEAworld il 17/12/2009 alle 19:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
2 novembre 2009
sinetic things again
ultimi tre giorni:sono stata male,che sia stata l'influenza di cui si parla tanto?Dunque mi son fatta venerdì sabato e domenica a letto,senza uscite,senza allenamenti e piena di compiti-per la precisone le versioni di latino di C.-
lunedì scorso:ho preso il primo 8 di quest'anno,a filosofia!L'argomento era il vecchio saggio dal naso camuso:Socrate.
Mercoledì scorso:ho comprato le scarpe che cercavo,passando sugli strilli di mia madre e la poca disapprovazione di mio padre.Ma queste scarpe nere sono l'emblema della generazione a cui volevo appartenere e non potevo non averle:mi rappresentano.
domenica scorsa:ho visto Parnassus al cinema:niente male:)
qualche secondo fa:ho trovato questa foto su un blog molto belo e molto famoso.Ma quanto è bella lei!Così allegra,così semplice,così perfetta:)




permalink | inviato da GEAworld il 2/11/2009 alle 20:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
2 novembre 2009
FREDDO
 Oggi piove e quando piove,chissà perchè,mi affaccio sempre qui.Chissà perchè poi questo blog lo vede tanta gente ma non lo legge mai nessuno,questo blog che secondo il mio prof di filosofia non dovrebbe neanche esistere,perchè contiene solo "pensieri".
Pensieri come quello che mi girovaga nella mente da un po' di giorni,da quando ho finito di leggere Un cappello pieno di ciliege di O.Fallaci.Nel libro Oriana,sentendo vicina la morte,ne parla:non la capisce,non la comprende,ma la accetta.Questo mi ha fatto pensare e mi ha anche spaventato.Mi ha indotto a pensarci una volta tanto.Chi dei miei coetanei ci pensa mai?Nessuno,perchè neanche io ci pensavo mai fino a poco tempo fa. è normale,è accettabile,è ovvio.
"Non lo sapevi che c'era la morte?
Quando si è giovani è strano poter pensare che la nostra sorte venga e ci
prenda per mano"così il mio Guccini ne parla in una sua canzone di cui non so il nome.Per ironia del destino poco tempo fa a greco ho studiato Mimnermo,stesso discorso in toni diversi,più aulici,più lontani,più vecchi.
è una realtà che non possiamo evitare ma che ci piace dimenticare,che è così strana da capire,così difficile perchè non c'è nulla da capire forse,noi non possiamo capirlo.
E,per ironia della sorte ancora una volta,oggi è il 1 novembre e me ne rendo conto solo ora.Ed io non ho detto una preghiera,non sono stata nemmeno al cimitero.



permalink | inviato da GEAworld il 2/11/2009 alle 18:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
24 settembre 2009
Dentro la mia anima
 
L’estate diventò inverno.E la neve divenne pioggia.E la pioggia si trasformò in lacrime sul tuo viso.
Ho riconosciuto a fatica la ragazza che sei oggi.E,Dio,spero che non sia troppo tardi.Che non sia troppo tardi.
Perché non sei sola.Sono sempre lì con te.E ci perderemo insieme.Finché la luce arriverà a fiotti.Perché quando senti di essere finita e l’oscurità ha vinto:Bimba, non sei persa.
Quando i tuoi mondi crollano
E non riesci a sostenerli dal cadere
Ho detto, bimba, non sei sola

La vita può non mostrare alcuna pietà.Può farti a pezzi l’anima.Ti può far sentire come se fossi impazzita.Ma non lo sei.Le cose sembrano essere cambiate.
Ma c’è una cosa che è rimasta la stessa.Sei rimasta nel mio cuore.
E noi possiamo volare, volare, volare via...

                    Michael Bublè-Lost-

       






permalink | inviato da GEAworld il 24/9/2009 alle 18:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
20 settembre 2009
Beginning

La scuola è iniziata. Nuovi professori e nuove materie,primi problemi:non capisco un'acca di filosofia,complice il professore filosofo.Domani iniziano le interrogazioni. Domani faccio i test all'atletica.La solita vita è riniziata. Fa freddo.Piove. La mattina è buio.Però mi sento serena,piena di speranze,di nuove prospettive.Mi sto appassionando a Grey's Anatomy.Venerdì ho rivisto King Arhur,per l'ennesima volta,per prenderne forza per iniziare quest'anno.L'estate è sempre un rito di iniziazione per me,in cui mi rendo conto di nuove cose,do tagli ad altre,cambio opinioni e pareri.
Ora Sto scrivendo anche un racconto:grazioso,semplice,non esaltante,ispirato da una canzone di Battiato.La canzone si chiama "Un vecchio cameriere",ma il racconto si chiamerà in un altro modo.Spero solo di restrare così fino a Natale,di non farmi opprimere dalla quotidianità e di avere i voti alti che desidero,almeno nelle materie jolly:biologia-la amerò,ne sono certa!-,storia dell'arte ed italiano.Prima anche filosofia,ora non so;(



permalink | inviato da GEAworld il 20/9/2009 alle 16:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
7 settembre 2009
sintetic things
14sett:torno a scuola.Mannaggia!
domani:forse compro le scarpe,quelle scamosciate,col tacco.In continua ricerca di una specie di DR.Martens nere lucide.
oggi:problema Atletica risolto-forse-.
l'estate appena finita:bella,ma non bellissima.Ovvero niente stress dell'anno scorso,ma meno esperienze"cuore in gola".Certamente non dimenticherò mai la mia prima visita a Parigi,le vaczne sempre fantastiche da nonna,i lunedì passati a vedere e capire Lost con F.e tante altre cose.
verso le sei di qst mattina:purtroppo i brutti sogni mi perseguitano!
qualche giorno fa:il fallimento della Skyeurope mi ha spezzato il cuore,negandomi il biglietto di andata per Natale da nonna in Slovacchia.
ora:questo era una mezza specie di esperimento,un nuovo modo di scrivere il blog sinteticamante.La sintesi è una virtù che devo ancora imparare,ma mi muovo bene per ora,no?
Desiderio ultimo:bere tanto tanto caffè e poter fare una bellissima dormita:D
                     



permalink | inviato da GEAworld il 7/9/2009 alle 19:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
1 settembre 2009
Arrvederci amore ciao!-ironicamente-
Ah,news importante:oggi è finita la quinta stagione di Lost in Italia!F-A-N-T-A-S-T-I-C-A- davvero!Abiamo visto il misterioso Jacob,ma non può,non può morire accoltellato da Locke che poi non è il vero Locke.Lo so,è complicato da capire per chi non segue questa strabiliante serie Tv destinata a rimanere nei cuori di molta gente per sempre e nella memoria collettiva come il miglior Tf degli ultimi anni.Dunque aspettiamo ancora un  altro anno per vedere l'ultima,mirabolante sesta stagione!



permalink | inviato da GEAworld il 1/9/2009 alle 15:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  




IL CANNOCCHIALE